Mezz’ora 

Pace, anima mia. Con la lancia dell’acqua sulla macchina, il parcheggio vicino alla stazione, una sedia, i libri e il caffè. La gente si ferma in questo posto dell’impiantito di legno. Si sente parlare arabo, il proprietario telefona tra le statue di una esposizione di ceramiche e il banco dei cornetti. C’è una parete di libri, una mosca si è posata sulla grata a mezzaluna da cui entra un traffico senza apparente violenza, le foglie di leccio e la domenica mattina. 

Mi presento. Ho trentatre anni. Sono grande, sono libera. Posso usare il rossetto, posso mettere stivali e sono a mezz’ora da un appuntamento di lavoro, il sole di marzo mi taglia lafaccia, mi fende la carta, sono bruna di schiuma e caffè. Questa mezz’ora non finirà mai. 

Annunci
Mezz’ora 

5 pensieri su “Mezz’ora 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...