Benefizio

La via di Benefizio procede fra i crinali, sui suoi cigli si piegano gli olivi, i noccioli e gli ultimi pali del telefono, maceri come tizzi. In certi punti la feriscono concrezioni di arenaria vicina alle antiche sabbie del deserto. Nelle giornate di pioggia il vapore la fende, la solleva come un’allucinazione azzurra, fra le case e l’ospitale paleocristiano. E in una delle sue anse ho trovato un orologio, ripiegato, col capo contro il suolo e le maglie del bracciale, sebbene già imparentate con la terra del bosco, ancora un po’ brillanti. Laddove esso toccava il polso, era il polso di un uomo, qualcosa ha ceduto e poi devono essere passati forse dei giorni e delle notti, le foglie sono cadute e l’orologio ha sognato e sognato. Quando l’ho tirato su palpitava ancora.

Annunci
Benefizio

Un pensiero su “Benefizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...