Nella mia borsa

​Nella mia borsa in questo momento ci sono una ventola per saldatrice e la scarpa di un neonato. Ed è anche il giorno,  questo, che stringe l’ottobre e di più il sole mentre  passeggio coi fogli di musica e le chiavi d’ufficio in tasca. Talvolta decidono i miei giorni e d’improvviso mi aprono sorrisi, come le alici quando le peschi  ed è stato un colpo solo di coltellino a sorprendere tutto il loro argento,  un colpo e nemmeno un’unghia di sangue, dalla gola in giù. 

Varia il passo e strozza il giorno , è ferma l’acqua in Via dei Fossi e nella mia borsa  c’è una ventola, una scarpa e una foglia di olivo benedetto. Mi sorpassa una ragazza, pedala e il vento le accarezza un occhio lustro di sangue. Chissà quale mano le ha deciso quel volto e quali  parole,  appena dentro la ferita della bocca, dalla gola in giù. Ma lei scivola, scivola e l’acqua ronza al frullare della sua bicicletta. Nella mia borsa c’è un demonio  che ha promesso di venirmi a prendere a mezzanotte. Ormai le trote se ne sono andate, resta solo Ofelia, nuda, nella gola di mattoni, nel canale di Via dei Fossi. 

Annunci
Nella mia borsa

4 pensieri su “Nella mia borsa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...