Strega

Giravo il caffè e ti pensavo così forte che ho sentito frusciare le tende e il sapore umido di pietra del tuo salotto. Appollaiata su uno sgabello alto, nel pieno di un bar di domenica, ho schiuso la bocca sul vapore robusto. Tu eri a casa, ho sentito i tuoi passi, da una stanza all’altra, e solo qualche piccolo muscolo alla base delle tue orecchie tendersi eccitato. Ma è stata una cosa da niente, diciamo un movimento di superficie, poco più di un presentimento. Devi aver pensato che fosse vento,  un fastidio o una corrente, e senza sapere il perché di tanta amarezza devi aver chiuso la finestra, lasciandomi fuori. Ancora una volta.

Annunci
Strega

3 pensieri su “Strega

    1. buongiorno newwhitebear… sono rimasta lontana dal blog per un po’ di tempo e non avevo visto il tuo commento… ti ringrazio adesso, anche se in ritardo… un caro saluto e buona giornata!
      fosca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...