Sabato sera

Lungo la passeggiata di Pisa le vetrine galleggiano,  colori in cialde, riflettori, cerniere,  sbuffi di macchine espresso. È normale di sabato sera vedere donne col trucco e un po’ di tacco, parlare tutti a voce un po’ più alta. Tenere la testa un po’ più alta. E camminando la mia cena guadagna il suo spazio acido fra i visceri,  si scioglie, è già quasi una forma di tepore, una specie di sangue che arriva, quasi un’allegria. È bello sentirla giocare sotto il velo del trucco, fra le stille dei bulbi sparsi nel grasso della pelle.  E mentre godo di tutto questo trovo a bordo strada un uomo e una donna buttati su una coperta, fra loro c’è solo uno zaino e una ciotola di latta, qualche bottiglia di birra. la donna ha già lasciato cadere la bocca, l’uomo le regge la faccia e le parla come chi ha trovato una grande speranza.  La donna forse lo vede e prende i suoi baci, il mento un po’sceso, il ventre già rilassato, le mani lucide fra i bastoncini come ossa di siringa, i fazzoletti leggermente spruzzati, un misto di sangue e di notti di fiume. Lei prende in  suoi baci e lo spettro delle mie energie sventaglia nelle sue qualità incoerenti: elettrica, chimica, sottile, lorda, lorda come il lordume che mi porto dentro come una porpora fumante, come una colpa. Ma nel frattempo lei ha smesso di ascoltare ed è già volata via

Annunci
Sabato sera

9 pensieri su “Sabato sera

      1. Dico solo che se fosse una fotografia sarebbe un bianco e nero di Salgado.
        Dico che dove c’è un troppo di bianco da qualche altra parte c’è un troppo di nero.
        Le ombre non hanno colpa ad essere ombre. È la luce che le crea. Questo mi suscita..e ho sempre pensato che sia proprio così. Che dici?

      2. Grazie Bianca, le tue parole mi invitano a riflettere. Io descrivo un filo di cui ignoro l’inizio e la destinazione. Non è mai facile trovare le parole, gli snodi, le giuste modulazioni. Il linguaggio della luce può essere un aiuto prezioso. Grazie ancora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...