Letterina al Potente

Ciao Potente,
per la pena del domani non avevo sonno così ho composto quasi una lista dei nostri ricordi.
Quando la penna ha inciso la nota  sul registro. Quando un giorno anni più avanti li ho trovati già seduti dall’altra parte del tavolo e mi scricchiolavano le scarpe mentre dicevo loro “buongiorno”. Quando ci provavo e qualcuno in silenzio aspettava. Tu Potente mi facevi sudare lacrime gialle,  mi facevi sentire la cartapesta della pelle.  Le cotiche.  L’impasto delle favelle. Così ho deciso che era ora di dirti grazie e ho innalzato per te il mio piccolo dito vivo: ti tengo due falangi in culo col mio miglior sorriso. Ma non ti ho detto che mi sono fatta crescere le unghie, così quando ti poserai sul trono (a quelli come te piace sedersi)  ti ricorderai di me.

Annunci
Letterina al Potente

19 pensieri su “Letterina al Potente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...