Recente

Scartai col piede, i frutti duri rotolarono con le gazzozzole sorelle sul ciglio del viottolo. Dai fronti di tufo il paesaggio si apriva, luminoso  e l’aria montava come una lunga corsa dall’est.  Le squame delle galbule erano ancora compatte, la sostanza immatura si confondeva con gli oli leggeri delle cortecce, coi rami scosciati da una notte agitata e ancora troppo recente. Non so niente, non so niente. Ma mi manca moltissimo.

Annunci
Recente

4 pensieri su “Recente

  1. Ti leggo con la stessa calma inquieta con cui leggevo Pessoa. Lieto di trovarti poco prima di coricarmi. Mi casca l’occhio una volta ancora su la verità è una questione estetica. Ecco. Appunto 🙂

    1. tommaso, davvero non so cosa rispondere, mi sento davvero onorata da queste tue parole, a maggior ragione se penso alle cose che scrivi… “Le parole, con il loro portato di immagini, ritmo, musica, non possono allora che straripare, nel tentativo inevitabile di fermare un istante, di rievocarlo per consegnarlo alla morte con dolcezza, di infondergli vita propria nel contatto con un’altra sensibilità.” e la tua sensibilità è senz’altro fuori dal comune. grazie ancora per essere passato.
      un saluto
      fosca

      1. Sono rimasta molto colpita da quelle parole… le trovo molto in sintonia con il mio modo di vedere le cose…!
        🙂
        un caro saluto e a presto,
        fosca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...