Trilly

Mangiando (sola in un bar) trapasso con lo sguardo un foglio appeso. Come quando si cercano con gli occhi i pensieri ma qualcosa nonostante tutto arriva alla percezione. E galleggia nella mia vista spirituale un disegno insieme audace e costretto, qualcosa che ancora non mi colpisce tanto da riportarmi alla realtà. Piccole campiture piacevolmente prive di grammatica: neri e verdi, fucsia, blu affidati alla carta dall’urgenza, modulati, lo capivo, da improvvisi cambi di sintassi. Poi trame nervose, regioni cupe e altre riottose ai contorni. Questo è abbastanza per farmi guardare meglio. Sul foglio erano impressi i ritratti di alcuni personaggi di fantasia, immagini prestampate che qualche bambino aveva riempito secondo il gusto e il bisogno. Un pluto e un paperino trionfalmente sabotati. E come era bello vedere occhieggiare quel piccolo cosmo , figurativo e astratto, nei contorni di un disegno stampato! Così mi sono avvicinata per guardare meglio e ho pensato in quel momento che Trilly mi strizzasse l’occhio, come fa ai bambini prima di un compito in classe. E mi sono messa a ridacchiare da sola.

Annunci
Trilly

8 pensieri su “Trilly

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...