Jude

Lord Byron, qui bellissimo. Fonte: delilahmarvelle.blogspot.com

Jude. Occhi stretti in un volto a tre quarti in uno sguardo furbo – e poi una fronte da uomo e naso scolpito – e poi i capelli che mi sono piaciuti subito come cadevano puliti sul volto – e poi una barba indocile anche quando rasata – e poi gambe lunghe e ginocchia da atleta – e una schiena magra e spalle adolescenti ma anche braccia da ragno – forse le tue mani, Jude, mi sono piaciute meno perché sono piccole e armoniose come hanno le donne e non so che farmene. La voce, oh, la voce l’ho imparata quasi subito, roca da ragazzo senza accenti, con suoni da toscano che una risata non sana sciupa quasi del tutto. Ma fare l’amore con te – so che è una stagione – lo sento negli accenti della voce, da come trattengo gli sguardi, le mani calde e lente, i passi morbidi – e conoscendoti vorrei conoscere ogni cosa che accende un uomo.

Annunci
Jude

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...