solitudine in 100 parole

« Finalmente Zeus ebbe un’idea e disse: “Credo di aver trovato il modo perché gli uomini possano continuare ad esistere rinunciando però, una volta diventati più deboli, alle loro insolenze. Adesso li taglierò in due uno per uno, e così si indeboliranno e nel contempo, raddoppiando il loro numero, diventeranno più utili a noi »
(Platone, Simposio, 190c-d, trad. it. Franco Ferrari)

ciò che resta di un’amicizia o di un amore è la realtà. una realtà meno allucinata, un po’ più piccola e un po’ più meravigliosa. scopro, nella solitudine, di coltivare una gioia a sé stante e quasi nessuna dipendenza. sono più adulta e più magra. conosco dove crescono i peli nel mio corpo, le fiammelle dei piaceri più piccoli e dormo di frequente senza vestiti. non parlo, e per questo leggo di più. ogni uomo e ogni donna che incontro si prendono un pezzetto di questo mio fare all’amore, inutile e sconfinato, con le creature della terra. di tutta quanta.

Annunci
solitudine in 100 parole

Un pensiero su “solitudine in 100 parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...