Le dolci tette di Inga

Prima che collassasse, avevo un blog su Splinder. Credevo di averlo perduto per sempre, un po’ come è successo con la mia tesi universitaria (mi rubarono il portatile) e una tranche di racconti che , per quel che ne posso ricordare, temo fossero peggio che scadenti.

Stavolta invece il blog è stato recuperato: basta cliccare qui, sul mio account paperblog e risalire la pagine a ritroso; incredibile a dirsi, spulciando fra le statistiche ho scoperto che i miei post di gran lunga più letti in questi mesi sono:  i quartieri a luce rosse piacciono a tutti e le tette di Inga. Tutte fesserie: in realtà l’unico brano dove si parla di bordelli è Popsy.

Detto questo, buonanotte a tutti

Annunci
Le dolci tette di Inga

2 pensieri su “Le dolci tette di Inga

  1. dididonna ha detto:

    Ciao. Si sa che spesso siamo attratti dai titoli dei post. Se lo intitolavi “i bordelli di Popsy” avresti avuto più traffico eheh. Poi se piacciono o meno lo vedi dai commenti! 🙂 I blog a tema sessuale di solito sono i più frequentati! Sapere scrivere di questo, o di quello è comunque una bella dote!

    1. saggia nelle considerazioni e tumultuosa nei tuoi post. grazie della visita, dididonna, non sai quanto sia d’accordo con te. quanto al saper scrivere…. beh, l’unica via per quel che ne so è provare e mettersi in gioco. o tutto o niente. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...